Lunedì, 24 Febbraio 2020 11:31

Allargare gli orizzonti

Vota questo articolo
(0 Voti)
Allargare gli orizzonti Un momento della redazione allargata di Letter@21 by ETA BETA SCS

All’interno della redazione di Letter@21, ogni terzo mercoledì del mese si coinvolgono, oltre ai dipendenti della cooperativa Eta Beta, altre figure che gravitano all’interno del carcere di Torino, anch’essi detenuti.
Lo scopo è quello di scambiare informazioni e punti di vista su diverse tipologie di argomenti, in modo da poter accrescere il bagaglio culturale soggettivo, perché in fondo c’è sempre da imparare.

Secondo l’idea comune, la redazione allargata è utile perché ci permette di rompere innanzitutto la solita routine, e questo non solo attraverso la partecipazione di detenuti che non vi lavorano direttamente, ma anche attraverso ulteriori incontri organizzati dalla cooperativa con soggetti (non detenuti), e quindi esterni a quella che è l’istituzione carceraria, organizzando nuove attività da sviluppare tutti insieme.
Per esempio attualmente vi è in progetto un incontro con alcuni ragazzi di una scuola di Torino il cui scopo è quello di interagire sulle molteplici problematiche a livello generale. Tutto questo è stato preceduto da una serie di domande scritte rivoltesi da entrambe le parti, quindi a monte vi è stato un precedente rapporto epistolare tra detenuti e persone libere che ha permesso, seppur in maniera limitata, di costruire un legame che raggiungerà il suo massimo fra qualche settimana, quando a tal proposito dovremo incontrarci fisicamente e discutere finalmente senza l’ausilio della tastiera e di coloro che fino a quel momento hanno fatto da ambasciatori.

Personalmente credo che sia utile questo terzo mercoledì del mese così organizzato, se ne sentono di tutti i colori, ci si arrabbia e a volte ci si scherza su, un modo importante per imparare a comunicare e soprattutto un ottimo modo per imparare ad ascoltare, cosa che non riesce bene proprio a tutti e che perciò può servire a farsi un’idea su come farsi ascoltare e civilmente ascoltare anche gli altri.
Può sembrare anche banale tutto quello che ho appena detto, ma personalmente questo è uno degli elementi più importanti che ho conservato e che continuo a ricordare, ogni volta che devo relazionarmi con le persone, un quid pluris che sinceramente prima della redazione allargata non avevo e che oggi credo di aver compreso.

G. D. C.

Letto 171 volte
Emergenza o libertà  - Rivista n° 14 (Marzo 2020)

abbonamento

Salva

Salva

Salva

+ POPOLARI

  • Emergenza o libertà +

    Emergenza o libertà

    Il carcere in tempo di coronavirus. Un tempo difficile e

    Leggi Tutto
  • Carcere di Torino: Covid19, non siete soli +

    Carcere di Torino: Covid19, non siete soli

    Con la speranza che un’azione tempestiva per la riduzione significativa

    Leggi Tutto
  • Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe” +

    Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe”

    Diversità, prospettive, ordine, incontro, umanità … e una fiaba rom. Sono

    Leggi Tutto
  • 1

Letter@21 © Eta Beta S.C.S. - L.go Dora Voghera, 22  - 10153 Torino
Tel. 011.81.00.228 - Fax 011.81.00.250
E-mail: lettera21@etabeta.it

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Letter@21 è un supplemento di Magazine Eta Beta
Testata telematica e periodica registrata presso il Tribunale di Torino
n.173/2016 RG n. 4564/2016 - La redazione

Sostieni Letter@21 con una donazione
Puoi donare in modo protetto e sicuro direttamente da questa pagina tramite PayPal.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo Per saperne di più