Lunedì, 20 Luglio 2015 09:42

L’abbandono degli animali

Vota questo articolo
(0 Voti)

ATTUALITA': Secondo chi scrive, come sicuramente lo è per milioni di persone al mondo, l’abbandono degli animali, soprattutto con il sopraggiungere delle ferie, può considerarsi una tortura verso gli animali stessi.

Nonostante da anni il tema sia emerso sempre più, attraverso campagne pubblicitarie, spot televisivi con immagini scioccanti, non vi è giorno che associazioni di volontari, amici degli animali non denuncino decine di casi di continuo abbandono. Cani che tristi, quasi come fosse una loro colpa, si lasciano morire, o attraversano le strade smarriti.
Quello che rattrista e che questi esseri vengono in un primo momento acquistati magari con buoni intenti, da regalare a figli, parenti, compagne/compagni o amici, curati per un certo periodo e poi senza alcuno scrupolo come se si trattasse di semplici peluche, abbandonati o peggio ancora torturati fino alla loro soppressione.
Non è questa la sede adatta per giudicare queste persone, ma chiediamoci come si possa troncare un sentimento e un legame che si instaura o almeno si dovrebbe instaurare tra l’uomo e l’animale. Durante la mia vita ho avuto la fortuna di condividere e trascorrere giornate in compagnia di cani che per quanto possano impegnare sicuramente la giornata, perché avere un cane è una vera responsabilità, regalano un immenso affetto.
Quello che bisogna scoraggiare è l’acquisto affrettato o il portare a casa un cane senza conoscere le loro piccole esigenze di tutti i giorni.  Quindi un consiglio: informarsi e capire a monte se tale cagnolino potrà essere curato e amato dalla famiglia nella quale andrà a vivere.
Un animale non è un giocattolo, ma un essere vivente come noi.
Chi abbandona un animale abbandona anche se stesso.

Letto 1829 volte
Emergenza o libertà  - Rivista n° 14 (Marzo 2020)

abbonamento

Salva

Salva

Salva

+ POPOLARI

  • Emergenza o libertà +

    Emergenza o libertà

    Il carcere in tempo di coronavirus. Un tempo difficile e

    Read More
  • Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe” +

    Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe”

    Diversità, prospettive, ordine, incontro, umanità … e una fiaba rom. Sono

    Read More
  • Il Colloquio e la sua percezione visiva in carcere +

    Il Colloquio e la sua percezione visiva in carcere

    Il colloquio in carcere per i detenuti e un giorno,

    Read More
  • 1

Letter@21 © Eta Beta S.C.S. - L.go Dora Voghera, 22  - 10153 Torino
Tel. 011.81.00.228 - Fax 011.81.00.250
E-mail: lettera21@etabeta.it

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Letter@21 è un supplemento di Magazine Eta Beta
Testata telematica e periodica registrata presso il Tribunale di Torino
n.173/2016 RG n. 4564/2016 - La redazione

Sostieni Letter@21 con una donazione
Puoi donare in modo protetto e sicuro direttamente da questa pagina tramite PayPal.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo Per saperne di più