Venerdì, 03 Luglio 2015 16:57

E'... solo sport

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel numero 0 di letter@21, abbiamo valorizzato l’importanza dello sport per i soggetti diversamente liberi, poiché questo è strumento di distrazione o impegno (considerata la periodicità dell’attività fisica svolta).

Non solo lo sport è praticato attivamente ma nello stesso tempo è seguitissimo. La disciplina più amata, del resto come per l’intero Paese, è il calcio.

Tale disciplina da diversi anni è tempestata da scandali, causati sia dai tesserati (calciatori), che dai dirigenti, in sostanza immaginando una piramide dove sono collocate le figure con diversi ruoli potrà osservarsi che dal vertice alla base queste sono state tutte coinvolte in qualche scandalo. L’argomento trattato in questo caso è una critica, sollevata da qualcuno che ama lo sport.
Innanzitutto crediamo che tutti sappiano che lo sport non è solo disputare gare o fare attività fisica. Anzi questo fa parte di una macchina complessa composta di regole (norme), istituzioni (Federazioni), e organi giudiziari; requisiti che costituiscono un vero e proprio Ordinamento autonomo con vertice il CONI.

Talvolta tale macchina sembra incepparsi, dimenticandosi dei valori reali a cui lo sport dovrebbe richiamarsi, con il susseguirsi di scandali che giorno dopo giorno vengono riportati nelle cronache quotidiane o nei notiziari televisivi.
Eppure da un osservatorio apparentemente molto lontano da stadi, spogliatoi, campi di calcio o sedi ci sentiamo di continuare a sperare in uno sport sano, magari ponendo l’attenzione su di una testimonianza inusuale.

“Lo sport in carcere rappresenta concretamente i propri valori poiché, è unione fra culture diverse, rispetto, integrazione e senso di appartenenza ad un gruppo che non ha interessi economici spropositati. In sostanza nelle competizioni sportive di squadra ogni individuo dà il massimo, vivendo l’intera gara con grande agonismo, perché in palio (a differenza delle gare professionistiche dove il prestigio e i conti economici la fanno da padroni) c’è la felicità del gruppo per aver vinto (anche simbolicamente una coppa di legno), correndo e praticando quella disciplina che va sotto il nome di Sport”.

Letto 1238 volte
Emergenza o libertà  - Rivista n° 14 (Marzo 2020)

abbonamento

Salva

Salva

Salva

+ POPOLARI

  • Emergenza o libertà +

    Emergenza o libertà

    Il carcere in tempo di coronavirus. Un tempo difficile e

    Read More
  • Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe” +

    Carcere Lorusso e Cutugno: I.C.A.M. “La madre e il suo principe”

    Diversità, prospettive, ordine, incontro, umanità … e una fiaba rom. Sono

    Read More
  • Carcere di Torino: Covid19, non siete soli +

    Carcere di Torino: Covid19, non siete soli

    Con la speranza che un’azione tempestiva per la riduzione significativa

    Read More
  • 1

Letter@21 © Eta Beta S.C.S. - L.go Dora Voghera, 22  - 10153 Torino
Tel. 011.81.00.228 - Fax 011.81.00.250
E-mail: lettera21@etabeta.it

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Letter@21 è un supplemento di Magazine Eta Beta
Testata telematica e periodica registrata presso il Tribunale di Torino
n.173/2016 RG n. 4564/2016 - La redazione

Sostieni Letter@21 con una donazione
Puoi donare in modo protetto e sicuro direttamente da questa pagina tramite PayPal.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo Per saperne di più