Giovedì, 19 Maggio 2022 13:48

Work in progress

Vota questo articolo
(0 Voti)

Letter@21 torna a fare sentire la propria voce, dopo un periodo in cui la rivista non è stata pubblicata con la solita periodicità, in quanto il covid ha avuto il suo effetto e tutto è diventato un po’ più difficile.

Il carcere e il lavoro

Riorganizzarsi ha voluto dire: tempo, nel quale abbiamo continuato ad essere presenti attraverso il sito e con lo speciale “Liberazioni”, pubblicato in occasione del Salone del libro di ottobre 2021, dove i racconti del Concorso nazionale di scrittura hanno cercato di offrire uno spaccato del tempo più difficile, quello del Covid.


Ora si torna alla “normalità” e ai dati che sembravano dover esser superati, rilevando come il sovraffollamento sia sempre un’emergenza anche a fronte della diminuzione dei reati.
A noi piace pensare il carcere come estrema ratio, ma così non è. Talvolta vengono erosi piccoli spazi conquistati a fatica e poi a fatica si torna verso la strada che porta verso l’apertura e l’inclusione di chi è recluso.

I
n questo numero tratteremo degli auspicabili miglioramenti della vita nel carcere e di un tema molto importante che è quello del lavoro, raccontato dal punto di vista degli operatori sociali e da chi è privato della libertà personale. Anche in questo numero non possono mancare le consuete rubriche e il nostro invito a scriverci.

Buona lettura

Letto 2344 volte

+ POPOLARI

  • Vita immaginarie +

    Vita immaginarie

    “Vite immaginarie”, il nuovo numero di Letter@21 rende omaggio come

    Leggi Tutto
  • Ricominciare con te +

    Ricominciare con te

    Non c’era giorno che non mi crogiolassi nella malinconica remin

    Leggi Tutto
  • Soliloquio del liberato +

    Soliloquio del liberato

    Ho la penna in mano che vomita inchiostro su questo

    Leggi Tutto
  • 1

Chef Sopravvitto: il libro

abbonamento

Salva

Salva

Salva