È online il numero 4 della rivista, scaricabile gratuitamente al fondo di questa pagina. Di seguito alcune riflessioni sul numero di febbraio 2017!

È online il numero 3 della rivista, scaricabile gratuitamente al fondo di questa pagina. Di seguito l'editoriale di dicembre 2016!

Online scaricabile gratuitamente il terzo e-book della collana di cucina di Letter@21. Sapori in libertà, ricette da dentro da gustare fuori per tutti i gusti. Questa volta i piatti legati dai e ai ricordi personali dei "nostri" cuochi, si mescolano alle suggestioni cinematografiche suscitate dalle "memorie sprigionate" in ogni ricetta.

Una ricetta della tradizione albanese, da assaporare  accompagnata da un bicchiere di vino rosso.

Una semplice ricetta della cucina albanese fresca e semplice da preparare con pochissimi ingredienti!

Quella proposta è una pietanza agrodolce molto semplice da preparare (5 minuti di preparazione e 10 di cottura) che vuole esaltare l'uva come prodotto di stagione.

Marcus Porcius Cato, italianizzato poi in Marco Porcio Catone, è stato un politico, generale e scrittore dell’antica Roma. Soprannominato come “Catone il vecchio” per distinguerlo dal giovane, ha avuto nella sua vita il sapiente intuito di incidere quel proverbiale detto: “L’ozio è il padre dei vizi”.

I ricordi del naso schiacciato contro una vetrina di una gastronomia per sbirciare una partita di calcio, sono lontani. Erano gli anni in cui le stelle come Buffon, Cannavaro, Del Piero e company brillavano a suon di goal e l’Italia godeva di una elevata considerazione. Poi accade che per caso o per combinazione di fattori, ti ritrovi a respirare una nuova dimensione un entusiasmo diverso, più pacato, ma altrettanto gustoso e profumato.

A meno che non siate sostenitori di una rigidissima dieta alimentare, alzi la mano chi nella vita non ha mai provato un dolce a base di ricotta. “Sono buoni vero?!”
Ecco ... adesso, fate un respiro profondo, leggete bene gli ingredienti di questa ricetta e provate a fare questo parfait di ricotta e crema di pistacchio. Il connubio proposto è una soluzione che va ben oltre la semplicistica etimologia francese di dessert, derivazione del verbo desservir ovvero sparecchiare. Confesso, l’ispirazione è giunta puntuale al 46’ minuto di gioco tra Germania e Francia, proprio mentre sparecchiavo la tavola. Pillole di saggezza o peccati di gola ... non importa, ogni tanto fanno bene entrambi!

Quando si dice che tradizione e gusto scelgono sempre la via più facile. E’ il caso di questa ricetta che raccoglie le tradizioni e i prodotti di gran parte di Italia e li fonde, creando un piatto facile, gustoso e pratico anche per chi non ha mai varcato la soglia di una cucina.

#sprigionalescritture

Letter@21 è un supplemento di Magazine Eta Beta
Testata telematica e periodica registrata presso il Tribunale di Torino
n.173/2016 RG n. 4564/2016 - La redazione

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta il loro utilizzo Per saperne di più